Archivio tag: fiera

Vinyluse, azienda viterbese alla fiera Maison&Objet di Parigi

http://www.viterbonews24.it/news/vinyluse,-giovane-azienda-viterbese-alla-fiera-maison-objet-di-parigi_34743.htm

Vinyluse, azienda viterbese alla fiera Maison&Objet di Parigi

VITERBO – Dal 24 al 28 gennaio Vinyluse sarà presente alla fiera Maison&Object di Parigi dove presenterà per la prima volta la nuovissima collezione Wood Papillon, oltre a tutta la linea di orologi, Re Vinyl 33, ricavati riciclando vecchi dischi in vinile. Vinyluse con sede operativa a Viterbo è un’azienda che esporta le sue manifatture in tutto il mondo grazie a un team giovane energico e dinamico coordinato da Francesco Ioppolo, ventinovenne, titolare dell’azienda.

Wood Papillon è la nuova collezione di papillon prodotta da Vinyluse.Ogni papillon è rigorosamente fatto a mano in Italia con lscarti di legno pregiato recuperati in vecchie falegnamerie artigianali. Vengono utilizzati perlopiù pavimenti dismessi, sedie, e mobili ormai in disuso.

”Ogni pezzo – spiega Ioppolo – viene curato nei minimi dettagli dai nostri artigiani che, tramite le più classiche lavorazioni di intaglio, levigatura e lucidatura, rendono il pezzo un vero e proprio capolavoro del Made In Italy”.

Re Vinyl 33, invece, è una collezione di orologi a parete ricavati da vecchi dischi in vinile. E’ realizzata principalmente su temi fiabeschi scenografici e minimalisti e ogni orologio da parete può essere considerato pezzo unico vista l’intera lavorazione manuale, la casualità dell’etichetta discografica e le caratteristiche strutturali del disco stesso.

Dal 2007 ad oggi l’azienda ha registrato una crescita esponenziale e, grazie a una maturata esperienza nel settore, è stata in grado di fornire con i suoi prodotti la grande distribuzione come nel caso dei brand Coin e C’Art.

C’è quindi grande soddisfazione per la partecipazione a Maison&Objet. ”L’intenzione – ha continuato Ioppolo – è stupire attraverso la nostra passione ed il nostro modo di vedere le cose. La visione aziendale è quella di realizzare sempre prodotti innovativi e utili per diventare leader indiscusso nel campo dell’innovazione nel mondo del design, attraverso la creazione di collezioni sempre aggiornate e di ogni genere adatte a qualsiasi gusto e richiesta”.

Varese: torna la Fiera del disco

http://www3.varesenews.it/musica/torna-la-fiera-del-disco-e-del-cd-e-c-e-spazio-anche-per-i-fumetti-275768.html

Torna la Fiera del disco e del cd. Si terrà sabato e domenica all’Atahotel in via Albani 73 a Varese la fiera per gli appassionati di vinile e cd, dalle 10 alle 18 in entrambi i giorni. Una mostra arrivata alla ventottesima edizione della mostra. In contemporanea per la prima volta quest’anno hanno un loro spazio gli amanti del fumetto con una fiera solo per loro. Ingresso libero.
15/11/2013
redazione@varesenews.it

Verona: a caccia del disco raro vestiti come il fumetto

http://www.larena.it/stories/Home/582002_a_caccia_del_disco_rarovestiti_come_il_fumetto/

A caccia del disco raro vestiti come il fumetto

La coda all’ingresso della Fiera è variegata. Uomini di mezza età, padri con bambini, ragazzi e giovani con parrucche dai colori fosforescenti in testa, vestiti come i personaggi dei fumetti giapponesi o dei cartoni animati. Altrove attirerebbero quantomeno sguardi curiosi, ma per la Mostra mercato del disco e del fumetto, che si è tenuta ieri in Fiera, si tratta di ordinaria amministrazione. Organizzata dall’associazione culturale bolognese Kolosseo, la manifestazione veronese, una delle più importanti d’Italia, ha raccolto circa 130 espositori, che si sono trovati per vendere e comprare dischi rari, introvabili, cd, poster, fumetti, dvd di cartoni animati, gadget per collezionisti e appassionati.
La mostra era divisa in due zone, quella dedicata alla musica, dove regnava un’atmosfera più composta, con gli intenditori arrivati ben prima dell’orario d’apertura per essere sicuri di essere i primi ad accaparrarsi i pezzi migliori, e quella riservata ai fumetti, coloratissima, con i cosiddetti cosplayer, ovvero chi si traveste come il proprio personaggio preferito del mondo animato. Come Debora e Francesca, ventenni arrivate da Salò, appositamente per la fiera. «Siamo appassionate di manga», raccontano sotto la parrucca rosso fuoco, «ma è la prima volta che ci travestiamo. Volevamo provare questa esperienza divertente». Ludovico e Pietro invece, sedici anni entrambi, dotati di parrucche e spade, sono veronesi e per i costumi si sono fatti aiutare da mamme e amici. «La passione per i fumetti aiuta anche a socializzare», assicurano, «noi ad esempio siamo diventati amici così. Dei personaggi che interpretiamo ci piacciono gli ideali, dare sempre il massimo ed essere i migliori, ma anche il desiderio di divertirsi». E non è mancata la sfilata dei costumi, seguita da karaoke sulle sigle dei cartoni animati. La mostra mercato è un’occasione anche per i rivenditori di farsi conoscere. Come Mauro Paganelli, che con le sue Edizioni Di realizza tirature limitate di opere italiane di autori come Manara e Hugo Pratt.
«A noi si rivolgono collezionisti, ma anche lettori occasionali attirati dalla bellezza delle stampe». Non è facile invece spiegare il nuovo grande successo dei vinili, nell’era della tecnologia sempre più sofisticata. «C’entra la moda del vintage», assicura Enzo Pierini, arrivato dalla provincia di Bologna con il suo carico di dischi, «ma anche e soprattutto le emozioni che solo un vinile può regalare. Il suono più caldo, la bellezza delle copertine. C’è anche chi li compra senza avere il giradischi, solo per la gioia di possederli». I rivenditori si rivolgono spesso all’estero per trovare le rarità, magari dischi fuori produzione, come racconta Luca Gracci, arrivato dalla Toscana. «Compro molto in Olanda, in Inghilterra, nazioni musicalmente più vicine al tipo di musica di cui mi occupo, il rock progressive. Una passione che mi è nata quando ero bambino». E infatti in molti hanno visitato la fiera accompagnati dai propri figli, un po’ per trasmettere la passione per musica o fumetti, un po’ per tornare anche loro bambini per un giorno.E.INN.

Il Brooklyn Museum organizza una festa per la nascita del vinile

http://www.chat5stelle.it/eventi/brooklyn-museum-the-brooklyn-museum-presents-i-love-vinyl-lp48-dance-party/

In occasione del 65esimo anniversario della nascita del primo lp in vinile, nato nel 1948, il Brooklyn Museum in collaborazione con l’associazione I Love Vinyl, ha organizzato una grande festa a base di musica suonata solo in vinile e diffusa attraverso una torre sonora ad alta qualità. Il costo del biglietto sarà a totale discrezione dei clienti. Contemporaneamente si svolgerà una piccola fiera del disco a cura di I Love Vinyl, con collezionisti e venditori di ogni parte della città.