Archivio mensile:ottobre 2014

Continua il boom dei dischi in vinile in tutto il mondo

http://www.bintmusic.it/news/musica_business/dischi_in_vinile_la_rinascita_continua.html

Continua il boom dei dischi in vinile in tutto il mondo tanto che le vendite nei mercati musicali più importanti di Inghilterra e Stati Uniti nel 2014 hanno già superato quelle del 2013 con incrementi percentuali a due cifre. Intanto l’Italia si piazza al settimo posto al mondo tra i mercati dove cresce maggiormente la diffusione dei 33 giri.

Basta dare un occhio alle statistiche per rendersi conto di una rinascita che prosegue da molti anni: nel Regno Unito la Entertainment Retailers Association ha annunciato 844.122 copie di album in vinile vendute nel 2014 rispetto alle 829.243 registrate nel 2013, mentre secondo Nielsen Soundscan negli Stati Uniti la crescita nell’anno in corso è stata addirittura di oltre il 40%.

Devono essere soddisfatti i piccoli negozi e rivenditori indipendenti che tutti gli anni animano il Record Store Day, mentre le etichette discografiche cavalcano l’onda rendendo disponibile tutte le loro nuove uscite a 33 giri anche se in realtà i dischi più venduti sono ristampe specie di gruppi rock come Stone Roses, Pink Floyd e Led Zeppelin.

Parlando solo di dati e guardando al mercato nel suo insieme c’è comunque da notare che i dischi a 33 giri in vinile siano ancora un fenomeno marginale mentre i cd hanno ancora il 97% delle vendite su supporto fisico malgrado stiano crollando del 20% ogni anno.

E’ però interessante la tendenza: il Vinyl Revival in America oggi riguarda il 3,5% delle vendite di album mentre dieci anni fa il vinile era solo allo 0,2% e così anche in Inghilterra il vinile ha circa il 3% delle vendite di album fisici complessive a testimoniare che non si tratta di una moda passeggera.

Infine, per farsi un’idea di quale pubblico preferisce il vecchio formato agli mp3 o allo streaming è interessante dare un’occhiata alla classifica degli Lp più venduti in Inghilterra:

1. Arctic Monkeys – AM
2. Jack White – Lazaretto
3. Oasis – Definitely Maybe
4. Royal Blood – Royal Blood
5. Led Zeppelin – Led Zeppelin
6. Stone Roses – The Stone Roses
7. Led Zeppelin – Led Zeppelin III
8. Pink Floyd – The Dark Side of the Moon
9. Led Zeppelin – Led Zeppelin II
10. Arctic Monkeys – Whatever People Say I Am That’s What I’m Not

Vasco Rossi da collezione: il nuovo album Sono innocente anche in doppio vinile

http://www.optimaitalia.com/blog/2014/10/08/vasco-rossi-da-collezione-il-nuovo-album-sono-innocente-anche-in-doppio-vinile/170116

Vasco Rossi da collezione: il nuovo album Sono innocente anche in doppio vinile

Mancano davvero poche settimane alla presentazione in anteprima di Sono innocente, il nuovo album di Vasco Rossi che rappresenta il diciassettesimo progetto in studio della sua carriera. Il rocker lo racconterà traccia per traccia il 30 ottobre al Medimex, il Salone dell’Innovazione Musicale promosso da Puglia Sounds a Bari, pochi giorni prima della release ufficiale.

Il disco, come annunciato già la scorsa primavera, raggiungerà il mercato sia in formato fisico che in digitale il 4 novembre: stavolta per la distribuzione Vasco Rossi non si affida all’etichetta EMI (che ha curato le sue pubblicazioni dal 1989 ad oggi) ma ad Universal Music Italia, con cui ha stipulato un accordo lo scorso aprile per i prossimi tre album.

Intanto, in attesa del giorno X, è arrivata una di quelle notizie destinate ad entusiasmare i fan: secondo il portale Rockol.it, Sono innocente sarà disponibile nei negozi anche in versione deluxe in doppio vinile. Praticamente un pezzo da collezione per la ‘combriccola’ del Blasco, da tre anni in attesa del successore di Vivere o niente rilasciato nel 2011.

Da fine settembre il disco è approdato in post-produzione: Sono innocente, perfetto titolo da provoca(u)tore come ama definirsi il Blasco, è stato annunciato sui profili social di Vasco Rossi appena una settimana fa, mentre la tracklist è ancora top secret. Di sicuro conterrà l’ultimo singolo del Blasco Dannate nuvole e probabilmente il precedente Cambia-menti, che è stato scelto dall’artista anche come tema del Live Kom 014. Meno probabile la presenza di L’uomo più semplice, rilasciato nel gennaio 2013.

Non mancherà un tour negli stadi a sostegno del nuovo album, quasi certamente con la riproposizione di quel marchio di fabbrica che ormai è il Live Kom. Per l’edizione 2015 sarebbero in corso preparativi per un tour più lungo e dislocato in varie città della penisola, a differenza dell’ultima edizione che in scena solo all’Olimpico e a San Siro con delle mini-residency per un totale di 7 date e quasi 400mila spettatori, per un incasso record quantificato dalla rivista statunitense Billboard in 26 milioni dollari.

Le prime indiscrezioni apparse su vari quotidiani locali e rimbalzate in rete lasciano pensare che il nuovo tour di Vasco Rossi potrebbe partire da Salerno e, oltre alle grandi metropoli come Roma e Milano, sbarcare anche in Sicilia nell’estate 2015.

Disco Days a Napoli

http://www.napolitoday.it/eventi/cultura/discodays-napoli-12-ottobre-2014.html

Disco Days a Napoli

DiscoDays fa 13, e per l’occasione si sposta dalla Casa della Musica al vicino e più grande Teatro Palapartenope. Il consueto appuntamento con il disco e con il vinile, l’unico a Napoli ed il più longevo nel Sud Italia, si rinnova accogliendo oltre centomiladischi in vendita, etichette indipendenti e note realtà operanti nel settore della musica. Un appuntamento a tuttotondo con la musica, frizzante, unico e appassionante: un grande numero di espositori, incontri, presentazioni di nuovi progetti musicali, mostre artistiche e di dischi e memorabilia arricchiranno l’evento rendendolo come sempre da non perdere per gli appassionati di musica e vinile, che raggiungeranno Napoli da ogni parte d’Italia. Il Premio DiscoDays quest’anno sarà attribuito a Tony Esposito, ma procediamo con ordine.

La rinnovata collaborazione con Radio Marte riporterà al microfono del DiscoDays il DJ, speaker e programmatore musicale Gigio Rosa.

In apertura la presentazione dell’ultimo lavoro discografico dei “Pennelli di Vermeer” il concept album “NoiaNoir” (Marotta & Cafiero), musicalmente trasversale i cui testi denunciano in chiave ironica la speculazione attuata dal “sistema dell’informazione” intorno ai casi di cronaca nera. La presentazione avverrà contestualmente a quella del recentissimo album – settembre 2014 – “Dramedy” degli “The Shak & Speares” (Freak House) band folk-rock che ha già calcato il main-stage del Neapolis Festival.

DiscoDays rinnova la collaborazione con le associazioni ed i movimenti che attraverso l’ascolto del vinile promuovono la musica e la sua cultura, ed alle ore 12.00 sarà palcoscenico di un DJ Set vinilico con la partecipazione di “Save the Vinyl” e “Vinyl Session”. Otto DJs si sfideranno per un’ora con i solchi del vinile come ring, per tornare all’essenza dell’essere Disc Jockey.

La musica a DiscoDays viene sempre affrontata in molteplici aspetti e in quest’edizione alle ore 16.30 si terrà un saliente momento di incontro che ne esamina l’evoluzione prima e dopo internet. Il dibattito su “L’evoluzione della musica: prima e dopo internet” sarà tenuto a cura dell’Associazione Nazionale Sociologi. Interverranno Antonio Sposito (Presidente ANS – Dipartimento Campania),Angela De Gregorio (ANS – Dipartimento Campania – Responsabile Area Politiche Giovanili), Carlo Albano (Docente Università Federico II), Mariano Patti (Professore Conservatorio San Pietro a Majella), Lello Savonardo(Docente Univeristà Federico II).

Il Premio DiscoDays sarà attribuito a Tony Esposito alle ore 18.00. Ogni anno ad ottobre, da ormai quattro anni, si attribuisce il principale riconoscimento legato alla fiera del disco e della musica: quest’anno DiscoDays rende omaggio al celebre musicista, cantautore e percussionista italiano per la sua versatilità ritmica, perfetto connubio tra world music, etnica, funk e jazz, che ha conferito un’importante impronta al “Neapolitan Power”.

Il celebre e coinvolgente percussionista, in occasione del premio, presenterà in anteprima a DiscoDays “Kostabeat!” (Azzurra Music), lavoro realizzato in collaborazione con il pittore e compositore americano Mark Kostabi. L’album è composto da undici brani inediti tra elettronica, dance, jazz e improvvisazione: un perfetto mix tra la world music mediterranea, colonne sonore di Morricone, dance e pop anni ’80, jazz e classica.

Mark Kostabi, tra i massimi pittori statunitensi, creatore di famose copertine di album (Guns’n'Roses “Use Your Illusion I e II”) è anche l’autore dell’opera d’arte della copertina di “Kostabeat!”, formata da sei pannelli che rappresentano il viaggio tra i due continenti (Europa e America). Alla presentazione dell’album seguirà un incontro con gli appassionati ed i fan presenti per autografare le copie dell’album, naturalmente disponibile in fiera.

Altro importante e consueto riconoscimento attribuito in ogni edizione di DiscoDays è Il Premio Rete dei Festival, in collaborazione con la principale rete dei festival italiani ed il MEI, per riconoscere merito ai nuovi e talentuosi artisti del panorama musicale del nostro territorio. Il Premio Rete dei Festival sarà consegnato a JFK e la Sua Bella Bionda per la capacità di saper comunicare e trasmettere la propria arte riuscendo sempre a coinvolgere il pubblico, con naturalezza, spontaneità e fedeltà alla propria vena artistica.

In serata, dalle ore 19.00, saranno presenti sul palco del DiscoDays: La Pankina Crew è una band nata e cresciuta nella periferia Est di Napoli che vanta numerose collaborazioni. Il mix di rap hardcore con il soul e il blues li ha portati ad aprire i concerti dei maggiori artisti della scena; Titoli di Coda è un progetto di musica leggera italiana che nasce da un nucleo composto di due chitarre e una voce. La band nel 2013 si aggiudica il premio S.i.a.e. con targa al miglior autore, finalisti a “Palco Libero” al Trianon di Napoli, pubblicano a Maggio il primo album “Stanza223″ (Full Heads); Vincenzo Musto, in arte Oyoshe con lapresentazione di “Stand Up” (Full Heads), il primo album solista ufficiale pubblicato nel 2014, che vede la partecipazione di artisti del calibro di Sha One, Lucariello, Op Rot, Sandro Su e molti altri.

La fiera è aperta per l’intera giornata e lo staff di Guastafeste Animazione intratterrà i bambini (ingresso gratuito sino a 18 anni) la mattina dalle ore 10:30 alle 13:30.Tutti i visitatori, registrandosi in fiera, potranno partecipare grazie alla collaborazione con Veragency all’estrazione di un biglietto per il concerto di Claudio Baglioni al Palapartenope il prossimo 25 Novembre. Tutte le info sull’evento sono disponibili sul sito discodays.it e sulla pagina facebook.com/discodays.

Per l’intera giornata si potrà assistere alle seguenti esposizioni:

Mostra del Festival della Canzone Napoletana a cura di Antonio Sciotti

Sarà esposta la mostra a cura di Antonio Sciotti interamente dedicata al Festival della Canzone Napoletana, manifestazione organizzata dalla Rai dal 1952 al 1970, alla quale parteciparono artisti di grande popolarità come Domenico Modugno, Ornella Vanoni, Giorgio Gaber, Don Backy, Teo Teocoli, Claudio Villa, Equipe 84, Fred Bongusto, Tony Dallara, Johnny Dorelli, Iva Zanicchi e tanti altri. Al Festival presero parte anche artisti stranieri come Lara Saint Paul, Dean Reed, Mei Lang Chang, Anna German.

Antonio Sciotti è tra i massimi esperti della canzone napoletana, egli non si limita ad un’opera di “compilazione” ma recupera testimonianze dirette o documentali delle tematiche e degli eventi di cui tratta.

Le vetrine esposte per la mostra sono suddivise per genere: quelle dedicate al disco (sia 78 che 45 giri); quelle dedicate alle belle copertine degli spartiti musicali; quelle dedicate ai programmi di sala; quelle dedicate ai cosiddetti fogli volanti (giganteschi fogli che contenevano i testi di tutte e venti le canzoni festivaliere); quelle dedicate alle riviste specializzate che trattavano in maniera approfondita l’argomento.

Mostra artistica a cura di Alessandro Ferrara

Il pittore rock Sandro Ferrara esporrà opere pittoriche degli artisti più illustri sul disco in vinile. L’artista è uno dei precursori di una particolare tecnica di pittura sul disco in vinile. Attivo sin dal 1980 ha dipinto centinaia di rockstar su vinile creando un genere che vanta numerosi tentativi di imitazione. Un’importante novità dato l’aspetto innovativo e il recupero ecologico del vinile, trasformato in dipinto d’autore. In fiera sarà possibile ammirare numerose opere realizzate su vinile raffiguranti tanti nomi del panorama nazionale ed internazionale. I dipinti di Sandro Ferrara si trasformeranno in icone rock dipinte su vinile in real time durante la fiera: sarà infatti possibile assistere ad estemporanee in cui saranno ritratti alcuni ospiti di DiscoDays tra cui Tony Esposito al quale sarà dedicata e consegnata dall’artista un’opera su vinile.

Mostra Fotografica “Musica a Scatti”

Con lo scopo di creare un connubio tra la musica e la fotografia, il concorso nazionale di fotografia giunge alla sua quarta edizione. Le dieci fotografie più votate dai fan della pagina Facebook del DiscoDays saranno esposte in fiera per essere valutate da una giuria di esperti. Il vincitore parteciperà con una propria mostra fotografica alla prossima edizione di DiscoDays.

Di seguito il programma completo della manifestazione che si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 21.00:

ore 11.00: presentazione album “Noia Noir” de “I Pennelli di Vermeer” e “Dramedy” di “The Shak and Speares”

ore 12.00: DJ set vinilico in collaborazione con “Save the Vinyl” e “Vinyl Session”.

ore 16.30: dibattito su “L’evoluzione della musica: prima e dopo internet” a cura di Associazione Nazionale Sociologi.

ore 18.00: Premio DiscoDays a Tony Esposito e Premio “Rete dei Festival” a JFK e La Sua Bella Bionda

ore 19.00: Presentazione delle band “La Pankina Crew”, “Titoli di Coda” e di “Oyoshe”.

U2: ‘Songs of innocence’ esce in vinile (e così è candidabile ai Grammy)

http://www.rockol.it/news-637735/u2-songs-of-innocence-vinile-grammy

U2: ‘Songs of innocence’ esce in vinile (e così è candidabile ai Grammy)

Un disco già pubblicato ma non messo in vendita nei negozi entro il 30 settembre 2014, secondo le ferree regole fissate dalla Recording Academy americana, non può concorrere ai premi Grammy del 2015. E’ il caso di “Songs of innocence” degli U2 che, distribuito gratuitamente e di default ai titolari di un account iTunes, non entrerà in commercio in formato CD (e con quattro brani in più) fino al 13 ottobre e dunque fuori tempo massimo. Insieme al suo management e alla casa discografica Interscope il quartetto irlandese avrebbe tuttavia trovato un escamotage (il condizionale è d’obbligo, perché non è chiaro se la decisione fosse stata presa in anticipo e indipendentemente dalla decisione degli organizzatori dei Grammy): pubblicare in “zona Cesarini” poche copie in vinile dell’album e distribuirla ai negozi così da rientrare nei termini. Quale che sia stata l’intenzione, “Songs of innocence” potrà essere nominato ai Grammy: “Fintanto che l’album, si tratti di CD, vinile o supporto digitale, è disponibile commercialmente per la vendita al pubblico entro la nostra data ultima presso un rivenditore o un sito web riconosciuto, lo stesso risulta anche candidabile”, ha spiegato a Rolling Stone un portavoce della Academy.

I nuovi canali di distribuzione della musica stanno rendendo la vita più complicata non solo agli elargitori di premi ma anche ai compilatori di classifiche: la Official Charts Company britannica ha appena fatto sapere che i download di “Tomorrow’s modern boxes” di Thom Yorke – 35 mila solo nelle prime due ore di disponibilità attraverso BitTorrent Bundle – non potranno essere conteggiati nelle chart britanniche, a differenza ovviamente delle copie (molto più limitate) distribuite in vinile.